Giovedì, 21 Set 2017
Sei qui: Home Recupero Crediti Insoluti
Recupero Crediti Insoluti

girata-705588Essere creditori significa, oggi più che mai, trovarsi in una sostanziale posizione di debolezza. A volte infatti, nonostante la bravura di avvocati, società di recupero crediti ecc., “chi ha dato ha dato, chi ha avuto ha avuto” e “non essendo possibile “cavar sangue dalle rape” al buon patrocinatore non resta altro che consigliare al cliente di limitare i danni evitando procedure giudiziarie che avrebbero il solo scopo – vista l’incapienza del patrimonio del debitore – di assommare al danno avuto la beffa della parcella del professionista.

Ma quando vi sono serie possibilità di recuperare il credito, spetta all’avvocato applicare nel modo più efficace possibile – e dunque rapido – le procedure che il ns. ordinamento prevede al fine di ottenere il recupero delle somme vantate.

Lo studio da sempre si occupa della gestione e del recupero dei crediti insoluti di alcune importanti aziende commerciali nazionali e locali.

La procedura seguita è molto rigorosa e mirata alla veloce realizzazione delle pretese creditorie.

Dopo una preliminare analisi della tipologia di credito, del rapporto sottostante e della solvibilità del debitore, vengono definite le strategie da adottare per il recupero delle somme. Prima di procedere al recupero coattivo del credito viene inviata al debitore una lettera di costituzione in mora con preavviso di azione legale. Nell'ipotesi di un positivo riscontro al sollecito, si provvede subito ad instaurare una trattativa con il debitore, allo scopo di recuperare, in via stragiudiziale, le somme dovute, oltre agli interessi e le spese legali.

Nell'ipotesi che il tentativo di recupero stragiudiziale si riveli infruttuoso, si procede con l'azione legale più opportuna, in relazione al tipo di credito vantato (azione ordinaria, ricorso per decreto ingiuntivo, atto di precetto).

In caso di mancato pagamento, il cliente viene scrupolosamente assistito anche nelle eventuali successive fasi esecutive (pignoramento, esecuzione mobiliare, esecuzione immobiliare, ricorso per dichiarazione di fallimento, istanza di ammissione allo stato passivo ecc.).

La corresponsione delle spese e competenze legali potrà essere concordata anche preventivamente e dipenderà anche dall’esito del procedimento di recupero del credito vantato.