Venerdì, 24 Nov 2017
Sei qui: Home Diritto di Famiglia
Diritto di Famiglia

famiglia_3Il diritto di famiglia è stato recentemente modificato da un pacchetto di leggi succedutesi a breve distanza di tempo. Le nuove norme in vigore dal 1° marzo 2006 hanno valorizzato la fase introduttiva del giudizio di separazione o divorzio, al fine di attribuire maggiore efficacia alla fase presidenziale, che diviene così il momento in cui ai genitori si richiede uno sforzo massimo di concentrazione sui problemi dei figli, nella prospettiva di un accordo che rimane sempre l’esito più auspicabile.  

Per quanto attiene ai coniugi la scelta della separazione consensuale è senza dubbio la via più celere e meno costosa per porre fine al proprio rapporto matrimoniale. Il tempo medio per ottenere una separazione consensuale (cioè il tempo intercorrente tra il deposito del ricorso e l'omologazione del Tribunale) è di circa 3 - 5 mesi, a fronte di un periodo molto più lungo (2-3 anni) per addivenire ad una separazione di tipo giudiziale. Inoltre nel caso di separazione giudiziale i tempi possono essere ulteriormente allungati da un'eventuale appello o ricorso in cassazione. Trascorsi tre anni dal giorno della separazione è possibile avviare le procedure per ottenere il divorzio. Anche in questo caso la scelta del divorzio congiunto, abbrevia notevolmente i tempi ed il costo della procedura.

Per quanto attiene all’affidamento dei figli il nuovo art. 155 c.c., novellato dalla legge 54/2006, prevede che il Giudice deve valutare in via prioritaria la possibilità per i figli di essere affidati ad entrambi i coniugi, prevedendo una forma di affidamento condiviso e solo quando ciò non corrisponda all’interesse dei figli, prevede una forma di affidamento esclusivo. Si tratta dunque di una netta inversione di tendenza rispetto al sistema precedente che riconosce il diritto del minore alla bigenitorialità anche in caso di separazione o divorzio.

Si giustifica così la propensione a favorire soluzioni consensuali delle situazioni di conflitto matrimoniale.